lunedì 10 febbraio 2014

Food and Flowers: la nuova tendenza di Milano

La nuova tendenza food del momento viene da Milano e sta prendendo piede in tutta l'Italia arrivata nel capoluogo lombardo dal Nord Europa.
Sto parlando di Food and Flowers ossia la nuova tendenza di mangiare all'interno di negozi di fiori, coniugando la bellezza dei fiori (e la loro vendita) con il momento del pranzo o della cena e, perchè no, anche dell'aperitivo e della colazione.
Prendo a prestito le belle foto di Silvia Iaia di s-notes per presentarvi il Mint Garden Cafè  un bistrot con piccola cucina all'interno di un negozio di fiori in via Casati a Milano.





Ottima sosta per panini farciti, cannelè ripieni o semplicemente per una fetta di torta e un cappuccino dopo una passeggiata in corso Buenos Aires o un film al cinema Arcobaleno.
Potete sempre entrare, curiosare e lasciarvi tentare anche solo da profumo dei fiori.

L'idea è davvero intrigante e nella stessa Milano potete trovare altri locali simili tra cui
Fiorario Bianchi cafè in via Montebello a pochi passi dalla fermata Moscova e il Gardenia a pochi passi dalla Basilica di S. Lorenzo Maggiore che vi delizierà con i suoi dolci monoporzioni.


martedì 14 gennaio 2014

La migliore APP su Milano? Quella di S'Note

Siete in giro per Milano per lavoro? State ammirando da turista la bellezza del capoluogo lombardo? Andate a Milano per una gita fuori porta? O ancora meglio...vivete a Milano?

Se rientrate in uno di questi casi o anche se a Milano city non avete ancora messo piede, c'è un'APP perfetta per voi: si chiama Enjoy my Milan ed è quella di S'Note (dove S sta per Silvia) realizzata da Silvia per tutte le persone che si abitano o si trovano per diletto o per lavoro nella sua città.

Il link è il seguente

http://www.s-notes.net/p/enjoy-my-milan.html





e davvero non resterete delusi: la quantità di locali, ristoranti e alberghi che troverete recensiti è davvero notevole e tutti provati e testati di persona sa Silvia che oltre a fare l'ingegnere è anche una bravissima fotografa.

Di ogni locale viene riportato l'indirizzo e la mappa interattiva vi aiuterà a capire in che zona della città si trova il ristorante o l'albergo.





Non mancano ovviamente indirizzi per lo shopping e dettagliati reportage dagli eventi più cool di Milano come la settimana della moda.

La APP è disponibile sia per Android che per iPhone, ma ne esiste anche una versione web per chi ancora non avesse cambiato telefono!

Non dimenticate di farvi un giro sul blog ovviamente per ammirare le bellissime foto dei viaggi di Silvia di cui vedete un'estratto in questo post. (Tutte le foto sono tratte dal blog www.s-note.net e sono di proprietà dell'autrice).

Non è solo la rete a tributare successo al blog S-Note ma anche diverse testate giornalistiche, come Vanity Fair,  hanno recensito Enjoy my Milan.

Che aspettate? Siete ancora qui? Correte a scaricare la App!

mercoledì 8 gennaio 2014

Il principato di Seborga e gli antichi strumenti musicali

Come ogni anno in questo periodo mi sono regalata qualche giorno di vacanza in Liguria, per sfuggire al freddo inverno padano e staccare un po' la spina.
La mia destinazione era, come lo scorso anno, Sanremo e ovviamente l'entroterra ligure, ricco di borghi medievali e di splendidi paesaggi tra terra e mare.




Proprio a pochi km da Sanremo si trova il piccolo centro di Seborga, arrampicato su uno sperone di roccia e affacciato sul mare ligure e sulla costa azzurra.
Da qui, quando le giornate sono serene e limpide si vedono le isole di Porquerolles e di Hyères!
Il borgo è caratteristico ligure con carruggi e viottoli stretti e tortuosi circondati da case in pietra e mattoni di antico respiro che conducono al cuore della cittadina ossia la piazza principale  che ospita la bella chiesa di San Martino dai colori pastello e dalle ricche decorazioni.
Ma la caratteristica principale di Seborga è di essersi costituita come principato: a partire dagli anni 50 del secolo scorso infatti un gruppo di cittadini ha disconosciuto l'annessione del comune al Regno d'Italia ed alla Repubblica in virtù di una presunta autonomia di derivazione medievale.
L'autoproclamata indipendenza di Seborga si concretizza nell'elezione del Principe e nel conio della moneta locale, il Luigino, spendibile nelle botteghe del borgo.





Una visita al principato di Seborga è d'obbligo non solo per la bellezza del borgo e per la spettacolare vista sul mare ma anche per ammirare una collezione di raro valore e unica nel suo genere, quella degli strumenti musicali antichi del signor Giliano Fogliarino.


La sua collezione, in via della Zecca al n°2, vanta antichi strumenti musicali di varie epoche e stili a  partire dal 1744 fino agli anni '60 del secolo scorso e conta più di 135 strumenti tra cui violini, carillon, balalaiche e favolosi gramofoni per adulti e per bambini.
Tutti gli strumenti sono perfettamente funzionanti e se chiedere al signor Giuliano, spesso presente in loco, sarà contento di farvi ascoltare la loro voce e raccontarvi la loro storia.
Tra i pezzi più pregiati un monografo del 1900 e un gramofono per bambini del 1930 con dischi ricoperti di cioccolato.
Raccolta in circa 50 anni di accurante ricerche in Italia e in Francia, la raccolta è stata donata al Comune di Seborga dal signor Fogliarino nel 2008 per fare mostra di sè a turisti, curiosi ed appassionati.
Anche la raccolta vale davvero il viaggio fino a Seborga!

mercoledì 18 dicembre 2013

Pizza Bio a Roma

Il quartiere Flamini a Roma ha avuto negli ultimi anni una crescita esponenziale in termini di visibilità da quando è stato realizzato il MAXXI ossia il Museo Nazionale delle Arti del XX secolo che ha visto invadere il quartiere settentrionale di Roma da un flusso continuo di visitatori.

E allora se siete da quelle parti perchè non gustare un'ottima pizza bio? Andate al Treebar, una casetta dal design scandinavo ex chiosco notturno al centro di un parco con fontana, un menu da bistrot che cambia ogni giorno e che punta molto su pane e pizza lievitati con lievito madre e con farine a km zero.
Olio, farina, birra e altri prodotti vengono infatti prodotti alla TreeFarm, l'azienda agricola dei soci poco distante da Roma. 

In alternativa alla pizza i piatti della tradizione come amatriciana e carbonara, due must a Roma e dintorni, ma anche gazpacho alla romanesca e mini croissant ripieni e sfizi vari al forno.
Il lunedì sera l'aperitivo romano è a buffet con musica live per combattere la depressione post week end!

Tutte le foto che vedete sono tratte dal sito treebar.it dove potete trovare tutte le info per prenotazione e location.
Buon appetito!



martedì 3 dicembre 2013

Dove trovare i migliori mercatini di Natale


I mercatini di Natale sono sicuramente il must di stagione, non c'è blog, non c'è rivista, non c'è sito internet che non ne parli!





E allora anche i miei lettori avranno il piacere di leggere il mio personale post sui mercatini di Natale.

Parlando di mercatini non si può non partire dai più classici, i più visitati, i più discussi di sempre: quelli dell'Alto Adige.
I cinque più importanti sono Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico e Vipiteno in programma fino al 6 gennaio e possono contare, non solo su una tradizione antichissima, ma anche su moderne app pensate ad hoc con suggerimenti su dove dormire e mangiare e su tutte le curiosità per una visita indimenticabile ai più famosi mercatini di Natale d'Italia.

Per dormire ovviamente io vi consiglio i KlimaHotel dell'Alto Adige che trovate nella mia guida gratuita per chi si iscrive come lettore fisso al blog, tra i tanti:





Vigilius Mountain Resort
Monte San Vigilio
39011 Lana (BZ)
www.vigilius.it


Hotel Gitschberg
Via Endereck, 2
39037 Maranza / Rio di Pusteria (BZ)
www.gitschberg.it




Sandwiesen-Hof
Via Stazione 23
 39010 Gargazzone (BZ)
www.sandwiesn.it


Se invece vogliamo spingerci oltralpe allora la meta ideale è sicuramente Innsbruck che festeggia la stagione dell'avvento con 200 bancarelle e 170 mila cristalli Swarovski che illuminano l'albero di Natale nella piazza principale del paese.


Da non perdere inoltre il mercatino panoramico che si raggiunge con la funivia disegnata da Zaha Hadid e una volta arritavi in cima si può salire ancora fino a cima Seegrube e a Hanfelekar a 2.256m di altezza per godere di un panorama mozzafiato!


E allora, buon divertimento ai mercatini di Natale!